ESCARTON

Cerca

Vai ai contenuti

1° quadrante

Interventi sul territorio > Meridiane > Dronero

I QUADRANTI SOLARI (MERIDIANE) DI DRONERO
1° INTERVENTO - ANNO 2009


Restauro meridiana settecentesca dei Cappuccini di Dronero -anno dell'intervento 2009.



Il primo intervento di restauro è stato eseguito sul quadrante realizzato nel 1731.

L'opera è stata possibile grazie alle attività avviate dall'Associazione nel'ambito del progettto Meridiane d'Oc.

Qui di seguito la comunicazione pervenutaci in corso d'opera dal restauratore Fabio Garnero della Solaria Opere incaricato del restauro della meridiana.

""Ciao Giovanni,
i lavori al quadrante settecentesco dei Cappuccini di Dronero sono iniziati.
Se già in fase preliminare avevo detto che il quadrante era molto interessante, ora che mi ci trovo a pochi centimetri ti dico che è splendido! Il suo stato di conservazione non è di quelli eccezionali ma posso rassicurarti che è ancora in buone condizioni.
Certo qualche anno ormai ce l’ha e il dilavamento atmosferico ha lavorato parecchio sulla metà inferiore creando anche qualche principio di distacco del supporto nel cantone inferiore destro.
Non ci sono particolari segreti, ormai siete tutti esperti di meridiane, dopo l’esperienza di Marmora, e quindi non mi dilungo sui particolari tecnici gnomonici dello strumento. Quello cui tengo molto è far notare alcuni particolari importanti:
1) la sigla con cui si è firmato l’autore I.F.R.A. purtroppo per ora mi rimane un acronimo indecifrabile perché bisognerebbe avere la fortuna di ritrovare documenti che ora sono chissà dove!
2) altra caratteristica di questo autore, molto attivo in Piemonte, sono i simboli dello zodiaco sempre rappresentati di grandi dimensioni e la geniale (per me, tanto che l’ho adottata in alcuni miei progetti) sovrapposizione dei simboli equinoziali (ariete e bilancia)
3) particolari che si notano solo stando a pochi centimetri dall’opera alcune correzioni attuate in fase di realizzazione come ad esempio alcune colature di colore cancellate tardivamente grattando via la pellicola superficiale di malta o, ancora, un numero delle ore italiche frettolosamente impostato incidendo la calce fresca e poi abbandonato per una soluzione più felice.
I lavori procedono bene, ora sono sospesi per qualche giorno in quanto sarò impegnato nella realizzazione di un grande quadrante solare sull’osservatorio astronomico di Tradate (VA) ma presto tornerò ad ultimare questo restauro, permettendovi entro fine mese di ammirarlo in tutto il suo splendore.""

E questo è il risultato finito !!!!


Menu di sezione:


Torna ai contenuti | Torna al menu