ESCARTON

Cerca

Vai ai contenuti

Architettura Alpina

Interventi sul territorio

SITO DI ARCHITETTURA ALPINA TRADIZIONALE

Inaugurato venerdi' 6 maggio 2011
( vedi la RASSEGNA STAMPA)




Durante la seconda metà del ‘900 la maggior parte dei villaggi delle Alpi sud occidentali e delle zone collinari limitrofe sono passati improvvisamente dal Medio Evo all'epoca moderna.

Spopolamento, sviluppo turistico e ristrutturazioni hanno profondamente modificato il paesaggio architettonico e artistico di queste regioni.

Molti edifici sono crollati, gli altri sono stati alterati per adattarli ad un impiego diverso da quello originale.

Le costruzioni che sono state più profondamente modificate sono proprio quelle in cui si é mantenuta un'attività agricola: é più facile trasformare un'antica stalla in un soggiorno per turisti piuttosto che in un garage per trattori.

Se non vogliamo perdere la memoria di un'architettura che si é sviluppata nel corso di secoli é essenziale conservare e rendere facilmente accessibile tutta la documentazione esistente.

Si tratta di stili costruttivi enormemente diversificati a seconda delle condizioni climatiche, dei materiali disponibili, e soprattutto di fattori tradizionali e culturali che variano profondamente anche su brevissime distanze.

Per queste ragioni l'associazione Escarton, che da anni é attiva nel recupero di antichi affreschi, meridiane, pitture su tela… ha deciso di rendere accessibile su Internet la documentazione fotografica raccolta da Luigi Massimo nel corso di mezzo secolo.

Si tratta di più di 14000 fotografie che cercano di descrivere in dettaglio l'architettura tradizionale del Piemonte sud occidentale e della Provenza.

Queste fotografie sono classificate secondo la località geografica, gli elementi architettonici e tipologici quali le forme costruttive delle pareti, dei tetti, del tipo di insediamento ecc.

Questa base di dati é indirizzata essenzialmente a chi desidera studiare questa "architettura senza architetti" che costituisce l'unica forma d'arte di queste regioni documentata ininterrottamente dal Medio Evo ad oggi.

Il sito é però di facile impiego e permette al visitatore occasionale di rendersi conto della varietà di stili architettonici di queste regioni che nella loro grande varietà, hanno come elemento comune l'uso della lingua d'oc.

Proprio con lo scopo di fornire una visione completa dell’arte di queste regioni, l’associazione Escarton ha deciso di aggiungere all’archivio sull’architettura rurale anche una descrizione dei più importanti siti di interesse che comprendono essenzialmente gli affreschi tardogotici che ornano numerose cappelle.

Mentre la maggior parte delle fotografie del sito provengono dall'archivio di Luigi Massimo, si sono aggiunte alcune fotografie di altri autori, e l'associazione Escarton spera di poter integrare nel futuro eventuali altri archivi che permettano di ampliare la documentazione esistente.

Vi invitiamo a visitare la versione in linea
http://architettura.escarton.it/





Torna ai contenuti | Torna al menu